Le distrazioni dal lavoro interiore

Condividi...

Le distrazioni dal lavoro interiore.

La distrazione è una difesa allo sviluppo di noi stessi. I social sono una distrazione. Tutti quei momenti in cui ci spostiamo da un flusso energetico che ci sta portando ad innalzare la nostra vibrazione personale.

Gurdjieff sosteneva che la natura e il mondo non desiderano l’evoluzione. Seguendo la legge dell’ottava ci accorgiamo che le resistenze all’evoluzione del singolo sono piccoli moti dell’energia che viene a mancare proprio quando servirebbe per fare quello scalino che alzerebbe la nostra frequenza vibrazionale.

Nella storia Di Manawee si narra della perdita della consapevolezza per via degli appetiti, che sono le nostre passioni: l’accidia, la lussuria, la gola, la superbia, etc.

La consapevolezza andrebbe mantenuta fino a che non produce un cambiamento che diventa costante nelle nostre vite e questo ci riporta a una frase in una canzone di Franco Battiato: devo difendermi da insidie velenose e cerco di inseguire il sacro quando dormo, volando indietro in epoche passate, in cortili in primavera.

La consapevolezza e la crescita della consapevolezza non sono lineari, ma seguono una via di sviluppo differente che segue anche il nostro intento e la nostra volontà.

Ascolta Crescita Spirituale Pratica anche su

Autore

Max Volpi

Max Volpi

Floriterapeuta Dal 1997 - Autore - Formatore - Ideatore Della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Iscriviti al Video Corso "GRATUITO"

21 Giorni di Meditazione per superare la paura!

IMPARERAI A

DISCLAIMER: Le Meditazioni non sono adatte alle donne in stato di gravidanza, ai bambini o a persone con disturbi di natura psicologica.

Elaboriamo i tuoi dati personali come indicato nella nostra Informativa sulla privacy . È possibile revocare il consenso in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento per annullare l’iscrizione nella parte inferiore di una qualsiasi delle nostre e-mail.

Ti potrebbe interessare anche:

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP30 – Il desiderio di fare del male senza accorgersene

Tutti abbiamo sperimentato prima o poi, sotto vaie forme, il desiderio di nuocere agli altri, probabilmente inconsciamente, e molti si staranno dicendo che non è così, che non è vero.

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP 28 – Non ti intromettere mai nella sofferenza altrui

Non ti intromettere mai nella sofferenza altrui. L’uomo deve stancarsi di se stesso e bere fino in fondo la coppa di veleno che gli spetta. Non essere presuntuoso e non sperare di poter aiutare tutti, è possibile aiutare soltanto chi è pronto ad accettare l’aiuto.