CSP14 – Sull’abbondanza e sulla legge d’attrazione

Condividi...

Si fa un grande parlare di abbondanza, di ricevere di più, di legge dell’attrazione, ma come funziona davvero la legge d’attrazione?

Ci sono tre fattori che influenzano l’abbondanza: Il karma – la nostra apertura a ricevere – quanto ciò che facciamo influenza gli altri.

La prima cosa che è necessario considerare però è che l’abbondanza non funziona a livello egoico, o meglio possiamo essere ricchi, avere molto denaro, ma questa non è abbondanza, è semplicemente accumulo.

Il karma – il Buddha dice che ci sono persone che vanno dal buio alla luce, altre dalla luce alla luce, altre dalla luce al buio, altre dal buio al buio. Questa metafora spiega molto bene come ciò che agiamo nel mondo influenza la direzione che prende la nostra vita.

La nostra apertura a ricevere: se noi pensiamo intimamente di non meritare, di non valere, di non essere utili, chiaramente questo influenza la nostra capacità di accogliere abbondanza nelle nostre vite.

Ma anche in questo caso la percezione può essere egoica, ovvero nutrire l’ego e generare accumulo di beni, oppure può essere realmente di abbondanza.

Definiamo abbondanza. Una persona può essere economicamente abbiente, ma povera nell’essere, perché nutre emozioni negative.

Chiediamoci quali emozioni nutriamo dentro di noi. Condivisione, armonia, accettazione dell’altro sono la vera abbondanza.

Può anche essere abbondanza di beni materiali, ma questo è influenzato da quanto ciò che facciamo influenza gli altri. Più questa sfera è ampia, più ampio sarà ciò che ci torna.

Evocare la legge d’attrazione per guadagnare di più, a mio avviso, è un pensiero erroneo alla base. Un pensiero corretto potrebbe invece chiedersi cosa sto facendo che restituisce qualcosa di buono al mondo.

Ascolta Crescita Spirituale Pratica anche su

Autore

Max Volpi

Max Volpi

Floriterapeuta Dal 1997 - Autore - Formatore - Ideatore Della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Iscriviti al Video Corso "GRATUITO"

21 Giorni di Meditazione per superare la paura!

IMPARERAI A

DISCLAIMER: Le Meditazioni non sono adatte alle donne in stato di gravidanza, ai bambini o a persone con disturbi di natura psicologica.

Elaboriamo i tuoi dati personali come indicato nella nostra Informativa sulla privacy . È possibile revocare il consenso in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento per annullare l’iscrizione nella parte inferiore di una qualsiasi delle nostre e-mail.

Ti potrebbe interessare anche:

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP 41 – Io chi sono? La luce interiore

La società di oggi ci spinge ad identificarci in questi aspetti materiali, perdendoci quella realtà altra che invece è pura gioia, che incontro nella profondità di me stesso attraverso la meditazione.

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP39 – La Libertà e il lavoro su di sé

La Libertà e il lavoro su di sé

Partendo da una frase di Krishnamurti, tratta dal libro “Libertà dal conosciuto”, cerchiamo di capire cos’è la libertà interiore e di quale libertà stiamo parlando quando parliamo di libertà.