CSP08 – Tornare nella casa dell’anima

Condividi...

Il viaggio dentro sé non può escludere chi siamo, ma deve considerare i genitori e l’imprinting che ci hanno fornito. Ma genitori e imprinting in fondo non ci dicono chi siamo. Ci suggeriscono quali aree non sono state accolte.

Le ferite che possiamo aver vissuto a livello emotivo sono:

Rifiuto – ha bisogno di sviluppare l’accoglienza – tende a rifiutare ciò che sente
Abbandono – ha bisogno di sviluppare il ritrovamento – tende ad abbandonare persone e progetti
Umiliazione – ha bisogno di sviluppare il valore – tende a svalutarsi a umiliarsi
Tradimento – ha bisogno di sviluppare la fiducia – tende a non fidarsi e tradire e alla gelosia
Ingiustizia – ha bisogno di sviluppare la giustizia verso sé stessa- tende a lottare contro le ingiustizie

Possiamo lavorare le cinque ferite senza però escludere la realtà della famiglia in cui abbiamo scelto di nascere. Dopo tanto vagare fuori di sé, le persone si convincono di essere forti, di essere guerriere, in realtà hanno eretto un muro, costruito una corazza che impedisce alla luce di entrare e con la luce, la consapevolezza.

Accettare la propria individualità è accettare che abbiamo scelto un percorso di vita che ci ha condotti fino a qui e che passa inevitabilmente attraverso la nostra storia personale.

Tornare a casa non significa esibire le cicatrici delle nostre ferite, ma significa accogliere la nostra vera natura che è nascosta sotto le ferite che abbiamo subito. Questa ricerca si conduce a piccoli passi restando aderenti al sentire profondo guidato dal respiro, e partendo da questo, attraverso la meditazione.

Ascolta Crescita Spirituale Pratica anche su

Autore

Max Volpi

Max Volpi

Floriterapeuta Dal 1997 - Autore - Formatore - Ideatore Della Floriterapia Transpersonale Evolutiva®

Iscriviti al Video Corso "GRATUITO"

21 Giorni di Meditazione per superare la paura!

IMPARERAI A

DISCLAIMER: Le Meditazioni non sono adatte alle donne in stato di gravidanza, ai bambini o a persone con disturbi di natura psicologica.

Elaboriamo i tuoi dati personali come indicato nella nostra Informativa sulla privacy . È possibile revocare il consenso in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento per annullare l’iscrizione nella parte inferiore di una qualsiasi delle nostre e-mail.

Ti potrebbe interessare anche:

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP30 – Il desiderio di fare del male senza accorgersene

Tutti abbiamo sperimentato prima o poi, sotto vaie forme, il desiderio di nuocere agli altri, probabilmente inconsciamente, e molti si staranno dicendo che non è così, che non è vero.

Crescita Spirituale Pratica in Pillole

CSP 28 – Non ti intromettere mai nella sofferenza altrui

Non ti intromettere mai nella sofferenza altrui. L’uomo deve stancarsi di se stesso e bere fino in fondo la coppa di veleno che gli spetta. Non essere presuntuoso e non sperare di poter aiutare tutti, è possibile aiutare soltanto chi è pronto ad accettare l’aiuto.